Crea sito

Autore: Lucia Perrucci

“MACCO” – INCIPIT – CADILLAC

“MACCO” – INCIPIT – CADILLAC

Racconto pubblicato sul n. 20B
della Rivista Letteraria CADILLAC
Illustrazione di Ilaria Palleschi

“TU AGGRAPPATI ALLE ZAMPE DEGLI AIRONI” – INCIPIT – RISME

“TU AGGRAPPATI ALLE ZAMPE DEGLI AIRONI” – INCIPIT – RISME

Racconto pubblicato sul n. 3
della Rivista Letteraria RISME
Illustrazione di Michelle Verdirosa

Autunno umid(o): Pinakothek (L’inquieto)

Autunno umid(o): Pinakothek (L’inquieto)

Ottobre è un mese inquietoNel vero senso della parola. Sulla omonima rivista è uscito ieri  un mio racconto, cosa che mi fa felice ma che mi carica anche di tanta anZia (come dicono loro). Il motivo è stupido: è un racconto a cui tengo moltissimo e come tutte le cose che ti mettono a nudo, fa venire un bel po’ di brividi.

Non dirò di che parla, ma più che altro da cosa viene fuori. Prima di tutto fa parte di una rubrica molto interessante, insieme ad altri tre racconti terribilmente affascinanti (e divinamente illustrati). La rubrica si chiama UMID(), è a cura di Martina Marasco e ha ospitato racconti che interpretano la realtà sotto il filtro degli impulsi e delle inquietudini umane, ovvero attraverso l’umido filtro della sessualità.

 

Illustrazione di Ombretta Tavano

In questo periodo, più mi guardo intorno più non faccio a meno di notare che l’umanità si sta calcificando come una frattura storta o un muscolo che si attacca alle ossa. La cosa mi atterrisce e non poco, anzi mi fa provare disgusto e non mi fa muovere più. Spesso mi fa sentire sola. E come si resta fermi davanti alle cose ferme? Come si supera questo tipo di nausea? Io per esempio mi rifugio nell’unica forma che pur cambiando sempre non cambia mai, cioè l’arte. Ecco, questo racconto (almeno per me) è una sorta di pinacoteca. C’è dentro voyeurismo, disagio, ricerca di bellezza, disgusto, e accettazione. 

Il giorno iniziava o finiva, non ricordo. Il cielo dietro i palazzi era bruno, i muri dorati dal sole basso, e dietro ogni singola cosa strisciavano ombre sottili, lame che tagliavano il mio corpo in piccoli pezzi di buio. Ero certa che la mia testa rotolasse come quella palla verde, ruzzolasse staccata dal collo, alla ricerca della sua, persa già da qualche parte. La testa girava, o forse era il mondo, non tutti e due insieme, comunque. 

PER LEGGERE PINAKOTHEK

continua su l’inquieto

“Una brevissima incubazione” – incipit – Narrandom

“Una brevissima incubazione” – incipit – Narrandom

Racconto pubblicato su Narrandom (giugno 2018) e illustrato da Raffaele Cataldo.
Puoi continuare a leggere su Narrandom.it

“DUE” – INCIPIT – TRE RACCONTI

“DUE” – INCIPIT – TRE RACCONTI

Racconto pubblicato sul VI numero
della Rivista Letteraria Tre racconti
Illustrazione di Beatrice Bandiera

Fra tante finestrelle colorate (quella notte in cui lo vidi portare a spasso il cane)

Fra tante finestrelle colorate (quella notte in cui lo vidi portare a spasso il cane)

Era una di quelle viuzze in cui non guardavo mai per terra. In via D’Azeglio me ne stavo spesso con il naso che puntava il cielo a fissare le finestre dei palazzoni cercando di ricordare quella che una volta era appartenuta a mia madre. Immaginavo spesso la sua silhouette piccina dietro uno di quei vetri che di notte riflettevano bagliori. Chissà che faceva, cosa ascoltava, cosa sognava in quel palazzo così grande, alla sua età che era la stessa della mia, in quei labirintici anni di scoperte, tutta sola. (altro…)

“Arianna saluta il pilota maldestro” – Incipit – Lutto Libero

“Arianna saluta il pilota maldestro” – Incipit – Lutto Libero

Racconto pubblicato nella racconta Lutto Libero, edito da Gelsorosso.

“Il Tibet che rideva forte” – Incipit – La Balena Bianca

“Il Tibet che rideva forte” – Incipit – La Balena Bianca

Racconto classificato terzo – Premio Letterario “Laventicinquesimaora“
Pubblicato sulla Rivista Letteraria La Balena Bianca
Illustrazione di Giovanni Quaglia

“Renée” – Incipit – Narrandom

“Renée” – Incipit – Narrandom

Racconto selezionato tra i vincitori della call “Lista” e pubblicato su Narrandom.

Illustrazione di Maria Caruso

continua su Narrandom.it

“Giunone” – Incipit – AfterOur, LiberAria Editrice

“Giunone” – Incipit – AfterOur, LiberAria Editrice

Racconto pubblicato sulla raccolta AfterOur #megliofuorichedentro, edito da LiberAria Editrice e curato da SpiritiLibri

SU THEMACGUFFIN: IL TRONO DI SPADE – “tu non sai niente (di) Jon Snow”

SU THEMACGUFFIN: IL TRONO DI SPADE – “tu non sai niente (di) Jon Snow”

L’inferno sta arrivando: Kit Harington sarà a Giffoni il prossimo 19 luglio, il che significa che tantissimi fan(atici) de Il Trono di Spade rischieranno l’effetto mucchio selvaggio della Battaglia dei Bastardi per veder sventolare anche un solo capello del celebre Jon Snow.

SU THEMACGUFFIN: LA SCUOLA È FINITA (FINITA IN CHE SENSO?)

SU THEMACGUFFIN: LA SCUOLA È FINITA (FINITA IN CHE SENSO?)

Metà giugno. Si chiudono le porte, gli studenti sciamano come mosche impazzite verso l’infuocato orizzonte dell’estate italiana. Restano i professori, mosche anche loro, posate su quello che resta di una lenta e sofferta (in)digestione scolastica. È tempo di scrutini, la scuola è finita, si tirano le somme. E se le tirassimo anche noi?

Finita in che senso?

(altro…)

SU THEMACGUFFIN: QUANDO C’HAI L’ANSIA. 8 FILM SU CHI STA PEGGIO DI TE

SU THEMACGUFFIN: QUANDO C’HAI L’ANSIA. 8 FILM SU CHI STA PEGGIO DI TE

Angoscia, crisi esistenziale, smarrimento post laurea, crisi di coppia, paura di scegliere, paura di cambiare, paura di restare. Se avessero scritto oggi il dialogo tra Holly e Paul avrebbero usato meno parole:
Che c’hai?
C’ho l’ansia.
E avremmo tutti capito al volo.

SU THEMACGUFFIN: UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI (E DI OTTUSI GENITORI)

SU THEMACGUFFIN: UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI (E DI OTTUSI GENITORI)

La fortunatissima, bizzarra quanto avvincente serie tv firmata Netflix e creata da Mark Hudis (qui il trailer), si presenta come una delle più riuscite di quest’anno, e ha coinvolto un pubblico eterogeneo composto sia da giovani che da meno giovani (o da adulti mal

SU THEMACGUFFIN: IL SEGRETO DEL MIO (IN)SUCCESSO, FORSE IL CINEMA CI AVEVA ILLUSO?

SU THEMACGUFFIN: IL SEGRETO DEL MIO (IN)SUCCESSO, FORSE IL CINEMA CI AVEVA ILLUSO?

Tutta colpa di Michael J. Fox, lo so. Pure di Melanie Griffith, e di tutti quei film in cui sogni si avverano sempre, in cui le impennate di carriere hanno del miracoloso e in cui soffiare un posto al proprio capo non solo è un gioco da ragazzi ma è la regola numero uno per sentirsi professionisti arrivati.

Noi nati negli anni ‘80/’90, da ragazzini, ne abbiamo guardati a palate di film dalla motivazione facile. E di sicuro ci siamo illusi che la carriera coi fiocchi l’avremmo fatta pure noi

Perché, invece, la nostra generazione non sembra combinare granché?

(altro…)

SU THEMACGUFFIN: QUANDO L’AMORE BRUCIA I TITOLI

SU THEMACGUFFIN: QUANDO L’AMORE BRUCIA I TITOLI

9 ESEMPI DI ROMANTICHERIE (QUASI) INUTILI
C’è una cosa che i distributori italiani adorano particolarmente: la parola amore, in tutte le sue declinazioni. Che sia l’ingrediente segreto per muovere al pascolo la fetta forse più grande di pubblico nostrano, lo comprendiamo. Ma infilarcelo ovunque,

SU THEMACGUFFIN: FIORE, QUANDO LA RETORICA FUGGE A GAMBE LEVATE

SU THEMACGUFFIN: FIORE, QUANDO LA RETORICA FUGGE A GAMBE LEVATE

Tre cose sono difficili da digerire in un film: la retorica, il buonismo, il piccione viaggiatore con un messaggio nel becco. Spiegoni, colonne sonore invadenti, richiami all’empatia forzati (cartelli luminosi su cui lampeggia piangi al posto di applause), i segnetti rossi su cosa è giusto

FIABE COSÌ BELLE CHE NON IMMAGINERETE MAI. Quando leggere stura le orecchie

FIABE COSÌ BELLE CHE NON IMMAGINERETE MAI. Quando leggere stura le orecchie

Di solito è una cosa che succede con le vecchie edizioni: prima di leggere le parole, leggo il libro nella sua interezza, in (e con) tutti i sensi, perché oltre ad essere una storia scritta, un libro è anche qualcosa di materialmente palpabile, “odorabile” e persino udibile. Eccomi davanti a Fiabe così belle che non immaginerete mai, auto-regalo di compleanno, visto che è uscito a gennaio.

(altro…)

I DIFETTI FONDAMENTALI, 14 motivi per (lasciarsi) “stregare”

I DIFETTI FONDAMENTALI, 14 motivi per (lasciarsi) “stregare”

Che siano scrittori o no, come direbbe il folle alla fine del libro, di certo esistono quattordici tipologie di “difetti fondamentali” che appartengono alla categoria degli uomini di lettere, o degli uomini in generale, esseri umani dotati di qualsivoglia ambizione, aspirazione, disillusione. O amore,

OVERLOVE, prospettive celesti, stanze segrete e piccoli big bang

OVERLOVE, prospettive celesti, stanze segrete e piccoli big bang

Esiste una stanza immaginaria colma di cose che si pensa di non avere. Si chiama la stanza delle cose impensabili. Nella sua c’era l’ombrello rosso prestato da Carmine prima di una delle tante mancanze. Ogni volta che s’incontravano, pioveva: a lui piaceva e a